• 13619890_577466965787786_6768260334869805796_n
    in: in evidenza, Notizie  | 

    Sfratti: settimana di braccio di ferro tra inquilini e istituzioni

    Un breve riassunto della settimana appena trascorsa sul fronte della lotta per la casa. Mobilitazioni quotidiane hanno visto delinearsi un quadro di scontro che vede da una parte il tentativo delle controparti di spezzare le rigidità delle famiglie in lotta tramite l’utilizzo degli sfratti a sorpresa, e dall’altra la determinazione delle rigidità messe in campo dalle famiglie nel non uscire di casa e pretendere una soluzione, ma anche nell’individuare le responsabilità politiche di un’amministrazione che lascia carta bianca a questurini e proprietari. Lunedì. La questura mostra i muscoli, sfratto a sorpresa in via de Sanctis Sono le sette e mezzo […]

  • immagini.quotidiano.net
    in: in evidenza, Notizie  | 

    Scontri all’Osmannoro. La rabbia dei lavoratori cinesi

    E’ finito con una rivolta di centinaia di persone un controllo di polizia in uno dei capannoni sede di ditte cinesi a due passi dall’Ikea di Sesto Fiorentino, zona Osmannoro. Secondo alcune testimonianze tutto sarebbe iniziato quando i carabinieri “si sono radunati intorno all’uscita per impedire che gli operai uscissero. Un vecchio, che teneva in braccio un neonato voleva uscire, ma viene ostacolato dai carabinieri e messo a terra. Il neonato ha rischiato di cadere a terra, ma per fortuna una persona accanto è riuscito a prenderlo al volo.” Per reazione, l’anziano aggredito dai carabinieri morde il braccio ad uno […]

  • noinc
    in: in evidenza, Notizie  | 

    Presidio No Inc alla sede di Quadrifoglio

    Il popolo della piana non si ferma, ed oggi ha dato vita ad un presidio sotto la sede di Quadrifoglio spa per contestare gli interessi dell’azienda sulla costruzione dell’inceneritore e l’attuale sistema di smaltimento dei rifiuti e per indicare le chiare responsabilità criminali dell’amministratore Delegato Giannotti, che si è reso tristemente noto in questi giorni per sostenere che l’inceneritore fa bene alla salute, che i comitati utilizzano metodi terroristici, per poi dichiarare in piena campagna elettorale sestese a sostegno del  partito dell’incenerimento (PD) che i costi per la mancata realizzazione dell’inceneritore finiranno direttamente nelle bollette (già salatissime e per un […]

  • Sfratti: settimana di braccio di ferro tra inquilini e istituzioni

    Sfratti: settimana di braccio di ferro tra inquilini e istituzioni

    Un breve riassunto della settimana appena trascorsa sul fronte della lotta per la casa. Mobilitazioni quotidiane hanno visto delinearsi un quadro di scontro che vede da una parte il tentativo delle controparti di spezzare le rigidità delle famiglie in lotta tramite l’utilizzo degli sfratti a sorpresa, e dall’altra la determinazione delle rigidità messe in campo dalle famiglie nel non uscire di casa e pretendere una soluzione, ma anche nell’individuare le responsabilità politiche di un’amministrazione che lascia carta bianca a questurini e proprietari. Lunedì. La questura mostra i muscoli, sfratto a sorpresa in via de Sanctis Sono le sette e mezzo […]

    Continue Reading ...
  • Scontri all’Osmannoro. La rabbia dei lavoratori cinesi

    Scontri all’Osmannoro. La rabbia dei lavoratori cinesi

    E’ finito con una rivolta di centinaia di persone un controllo di polizia in uno dei capannoni sede di ditte cinesi a due passi dall’Ikea di Sesto Fiorentino, zona Osmannoro. Secondo alcune testimonianze tutto sarebbe iniziato quando i carabinieri “si sono radunati intorno all’uscita per impedire che gli operai uscissero. Un vecchio, che teneva in braccio un neonato voleva uscire, ma viene ostacolato dai carabinieri e messo a terra. Il neonato ha rischiato di cadere a terra, ma per fortuna una persona accanto è riuscito a prenderlo al volo.” Per reazione, l’anziano aggredito dai carabinieri morde il braccio ad uno […]

    Continue Reading ...
  • Presidio No Inc alla sede di Quadrifoglio

    Presidio No Inc alla sede di Quadrifoglio

    Il popolo della piana non si ferma, ed oggi ha dato vita ad un presidio sotto la sede di Quadrifoglio spa per contestare gli interessi dell’azienda sulla costruzione dell’inceneritore e l’attuale sistema di smaltimento dei rifiuti e per indicare le chiare responsabilità criminali dell’amministratore Delegato Giannotti, che si è reso tristemente noto in questi giorni per sostenere che l’inceneritore fa bene alla salute, che i comitati utilizzano metodi terroristici, per poi dichiarare in piena campagna elettorale sestese a sostegno del  partito dell’incenerimento (PD) che i costi per la mancata realizzazione dell’inceneritore finiranno direttamente nelle bollette (già salatissime e per un […]

    Continue Reading ...
  • Si può andare a scuola senza libri?

    Si può andare a scuola senza libri?

    Andare a scuola costa caro, ne parlavamo già durante l’autunno quando un Comitato di genitori si è mobilitato per rivendicare più risorse pubbliche a fronte delle ingenti spese che le famiglie sono costrette ad affrontare per libri, materiali, mense, iscrizioni e trasporti. “Lo strumento che Regione e Comune mettono a disposizione, il Pacchetto scuola, è insufficiente” affermavano i genitori, e l’uscita delle graduatorie di assegnazione dei fondi ha dato loro ragione. Il bando del Comune prevedeva contributi per gli alunni dalle elementari alle superiori con ISEE sotto i 15000, compresi tra gli 85 e i 280 euro a seconda del […]

    Continue Reading ...
  • San Giovanni un vole inganni

    San Giovanni un vole inganni

    Negare, negare sempre. Anche di fronte all’evidenza. Ecco la grottesca strategia della Giunta Nardella.   Il 2 maggio il Consiglio Comunale di Firenze approvava la chiusura di bilancio del 2015 con un avanzo di 40 milioni di euro. Soldi non spesi durante l’anno trascorso. I comitati di lotta per la casa denunciano il fatto come un vero e proprio insulto al pezzo di città che subisce quotidianamente la crisi economica e che continua a sentirsi dire dall’amministrazione che “non ci sono soldi”: per l’emergenza abitativa, per i servizi pubblici e la giustizia sociale. Il 28 maggio 200 persone piantano le […]

    Continue Reading ...
  • Il grande business dell’emergenza casa: “685€ al mese per un posto in struttura”.

    Il grande business dell’emergenza casa: “685€ al mese per un posto in struttura”.

    Un giro da centinaia di migliaia di euro al mese che dalle casse comunali finisce nelle mani delle cooperative attraverso il meccanismo degli appalti: si tratta del grande business delle “strutture di accoglienza per l’emergenza abitativa”. Lo denunciano i comitati del Movimento di lotta per la casa. Le strutture sono adibite ad ospitare le famiglie sfrattate e rimaste senza casa. Un “accoglienza” temporanea (dai 15 giorni ai tre mesi nella maggioranza dei casi), spesso riservata solo a donne e minori. Gli “ospiti” da sempre ne denunciano le condizioni che, aggiungendosi spesso alla separazione del nucleo familiari, vanno a renderne insopportabile […]

    Continue Reading ...
  • Resistenza allo sgombero: il Comune si impegna ad assegnare le case

    Resistenza allo sgombero: il Comune si impegna ad assegnare le case

    Sono le 7,30 del mattino quando decine di poliziotti in assetto antisommossa “occupano” via Baracca bloccando il traffico in entrambe le direzioni di marcia. Iniziano così le operazioni di sgombero della palazzina di via Baracca 96, occupata da sette famiglie dopo che la proprietà – la Rangoni finanziaria spa, società dal capitale miliardario – aveva lasciato sfitti gli alloggi in seguito ad un inchiesta della magistratura sui contratti-truffa rifilati ai vecchi inquilini. Quando la polizia prova ad entrare le famiglie si barricano nel palazzo e si espongono sui cornicioni delle finestre. La polizia fa un passo indietro ed inizia così […]

    Continue Reading ...
  • Un’altra giornata di lotta e di festa sui terreni di aereoporto e inceneritore

    Un’altra giornata di lotta e di festa sui terreni di aereoporto e inceneritore

    Si è svolta oggi un’altra partecipatissima giornata di lotta e di festa sui terreni di aereoporto e inceneritore, al presidio costruito e animato dai comitati e dagli abitanti della piana fiorentina e di Firenze. Ancora una volta dove loro vorrebbero distruggere e inquinare i movimenti costruiscono socialità, partecipazione dal basso, determinazione e voglia di riscatto popolare. All’assemblea sotto i tendoni del presidio si è ribadito la necessità e l’importanza di un attenzione popolare permanente sul non-luogo di case passerini, già dimostrata ampliamente dai due blocchi delle trivelle per i carotaggi (operazioni propedeutiche all’inizio dei lavori veri e propri, che quadrifoglio […]

    Continue Reading ...
  • Nuovo blocco della trivella nella Piana.Tensione con la polizia

    Nuovo blocco della trivella nella Piana.Tensione con la polizia

    Dopo gli articoli dei principali quotidiani locali degli scorsi giorni in cui i vertici del Quadrifoglio, le Amministrazioni Comunali fino ad arrivare a Confindustria affermavano con enorme arroganza la loro intenzione di avviare al più presto i lavori per il nuovo Inceneritore e si dicevano per niente intimoriti dal movimento popolare che vi si oppone, oggi quel movimento si è dato un nuovo appuntamento per bloccare la trivella che sta effettuando i carotaggi preliminari all’ inizio dei veri e propri lavori. Da stamani mattina, infatti, non solo la trivella era in azione ma a pochi metri da essa era previsto […]

    Continue Reading ...
  • Coraggiosa resistenza allo sfratto “a sorpresa”: la polizia rinuncia

    Coraggiosa resistenza allo sfratto “a sorpresa”: la polizia rinuncia

    Un vero e proprio bliz stamattina da parte della polizia in un appartamento di via De Santis. Obiettivo dell’ignobile operazione l’esecuzione dello sfratto di Marco e Antonietta, inquilini sotto sfratto a causa delle difficoltà economiche. Sfratto “a sorpresa”, in applicazione dell’articolo 610 che ordina l’intervento della polizia senza nessun preavviso agli inquilini della data di accesso. Un atto criminale che ha dovuto da subtio fare i conti con una forte resistenza degli inquilini, che si sono rifiutati di uscire nonostante l’ “invasione” della polizia che in forze è entrata nell’appartamento dopo aver forzato la porta di ingresso. Ma non solo. […]

    Continue Reading ...