Aggiornamento da Lucca: cariche sul corteo [DIRETTA]

564

Per ulteriori aggiornamenti: diretta infoaut.org

h.18.43 Sono due i manifestanti fermati: una compagna di Firenze e un compagno di Pisa, un altro manifestante si trova invece in ospedale. Il corteo si dirige sotto la Questura per chiedere la liberazione dei fermati

h.18.10 Ci informano di diverse cariche contro il corteo che provava a dirigersi verso le mura della città dove si sta svolgendo il G7 dei ministri degli esteri. Almeno un fermo confermato fra i manifestanti.

Durante il #g7 degli Esteri a #Lucca violente caricheIl corteo carica su porta San Jacopo il blocco di polizia a difesa dei grandi ministri della guerra. La polizia risponde spazzando a fondo. Ora il corteo riparte compatto chiedendo il rilascio dei fermi. Contro i padroni della guerra noi stiamo con le vittime del terrorismo creato da loro e non ci facciamo spaventare

Posted by InfoAut on Montag, 10. April 2017

 

 

 

h. 15:45 Il treno da Firenze è arrivato a Lucca, davanti alla stazione già 300 persone da tutta la Toscana antagonista pronte a partire per la manifestazione. “Non siamo stati disposti a restare a Firenze nonostante la polizia in stazione e non saremo disposti a sottostare al divieto a manifestare che la questura lucchese sta provando a imporre. Nessuno ha il diritto di decidere sulle nostre vite! Contro i potenti della terra, contro le loro guerre e per i nostri morti, avanti tutta!

h. 14:17 I manifestanti riescono finalmente a salire sul treno e partire nonostante la provocazione della polizia, che ha tentato di bloccarli senza nessuna ragione per non permettergli di raggiungere la manifestazione di Lucca, come è successo il 25 marzo quando 150 persone in pullman sono state fermate senza motivo e tenute in questura fino alla fine del corteo contro il vertice dell’UE.
Tra interventi al megafono e cori, i manifestanti partiti da Firenze sono ora in movimento direzione Lucca, dimostrando così come l’unico modo per contrastare il decreto Minniti-Orlando e le nuove misure di controllo preventivo sia quello di non arrendersi e continuare a scendere in piazza a testa alta.

h. 14:00 La polizia cerca di impedire ai manifestanti di prendere il treno schierandosi sui binari. In corso perquisizioni corporali e degli zaini.

h. 13:00 Decine di persone si stanno radunando alla stazione Santa Maria Novella per prendere il treno direzione Lucca, dove oggi pomeriggio si terrà una manifestazione per contestare il vertice dei ministri degli Esteri.

CONDIVIDI