Via Toselli, tentato sgombero da parte della Digos

276

Circa venti agenti della Digos oggi hanno fatto irruzione all’interno dello stabile occupato di via Toselli. Dopo aver forzato le porte di ingresso hanno salito le scale, dove hanno dovuto fare i conti con una barricata dietro cui gli occupanti erano pronti a resistere. Alcuni erano già saliti sul tetto dello stabile. La truppa ha quindi battuto la ritirata. “La prossima volta che veniamo vi spacchiamo le teste”, “tanto speriamo moriate tutti di meningite”: nel rinunciare allo sgombero, agli agenti della Digos non è mancato il tempo di rivolgere agli occupanti minacce e poco nobili auguri.
Lo stabile di via Toselli da alcune settimane è stato occupato da un gruppo di studenti e giovani precari uniti nella campagna “occupa con noi!”. L’intenzione degli occupanti è quella di rendere uno stabile abbandonato da anni uno spazio socio-abitativo capace di rispondere al bisogno di case per i giovani che non possono accedere agli affitti sul prezzo del mercato e restituire al quartiere spazi sociali e autogestiti.

Gli occupanti non si sono lasciati intimidire e, dopo aver denunciato l’accaduto, hanno subito risposto con un iniziativa di sostegno al progetto che ha chiamato alla solidarietà decine di persone: pesce e carne alla brace contro l’arroganza della polizia e le politiche di sgomberi.

CONDIVIDI